TinyDropdown Menu The Book Lawyer

martedì 4 giugno 2019

E se leggere diventasse vietato? Recensione "Non leggerai" di Antonella Cilento 📚


Il genere distopico ha sempre esercitato un particolare fascino sulla sottoscritta. Il tutto è iniziato nel lontano 2011 con Hunger Games, seguito da un immediato calo di interesse causato dal grande successo che questo genere stava ottenendo (come il filone dei vampiri aveva a lungo andare stancato i fan di Twilight), fino al giorno d'oggi e alla visione di The society, che personalmente mi sta intrigando, ma che ha fatto esclamare a Fidanzato un sincero Io non ci sto capendo nulla
Quindi anche se non posso definirmi una vera e propria esperta (mi manca ancora un bel po' di Orwell), un pochino me ne intendo e posso quasi affermare con sicurezza che solitamente questo genere di romanzi non è mai ambientato in Italia. Immaginate la mia sorpresa quando ho letto la trama di Non leggerai e ho scoperto che si trattava di un distopico, scritto da un'autrice italiana e ambientato a Napoli

Strizzando l'occhio a Fahrenheit 451 (non a caso una delle due protagoniste si chiama Farenàit), Non leggerai racconta di un futuro non molto lontano in cui leggere è diventato un divieto. I libri sono oramai reperti archeologici, tutte le case editrici e le testate giornalistiche hanno chiuso i battenti (io sono disoccupata). Viene istituito il reato letterario: leggere è un atto punito dalla legge. In questa realtà le cose iniziano a cambiare quando due compagne di classe entrano in possesso, in un modo assolutamente particolare, di una cinquantina di libri e decidono di sfidare la legge: iniziano a leggerli. 



mercoledì 22 maggio 2019

Arya: la prima collana italiana Young Adult è finalmente qui! 💙



young adult: denoting or relating to fiction, films, television programmes, etc., intended or suitable for adolescents, especially those in their mid to late teens.



Una delle domande che mi mette sempre in difficoltà è Qual è il tuo libro preferito?, subito seguita da Ma cosa vuoi fare da grande?. Quando però mi viene chiesto quale sia il genere letterario che preferisco, lì vado a colpo sicuro: young adult. Le reazioni a queste due paroline possono essere diverse: alcuni non hanno la benché minima idea di che cosa io stia parlando, altri mi guardano un po' schifati (la categoria peggiore) e ad un piccolo gruppo si illuminano gli occhi. 

Oggi mi rivolgo a quell'ultimo gruppo, per raccontare una bellissima novità in casa Giunti: la nascita della collana Arya

CHE COS'É ARYA?

Il nome ARYA è l'acronimo di Autori Romanzi Young Adult (so che la maggior parte di voi pensava ad un riferimento a Game Of Thrones). L'intento di questa collana è quello di far conoscere ai lettori romanzi Young Adult completamente nostrani. Non è infatti un segreto che la maggior parte dei libri appartenenti a questa categoria siano scritti da autori stranieri, che, inevitabilmente, descrivono una realtà simile, ma, allo stesso tempo, molto lontana dalla nostra. 
Questo progetto editoriale desidera raccontare la nostra generazione, la sua forza e i suoi limiti. 

I due romanzi che inaugurano Arya sono Non leggerai di Antonella Cilento e La persona giusta di Sandra Petrignani. 

giovedì 9 maggio 2019

7 libri per sopravvivere alla sessione estiva 📚


Ci siamo. Avete fatto scorta di evidenziatori? Siete andati a recuperare i ventilatori dalla cantina (tanto sappiamo che questo freddo finirà)? Avete chiesto in prestito alla nonna la sua moka da dodici, quella che usa a Natale?
È arrivata, amici. È qui fra noi.
La sessione estiva.

Mi piace studiare, da sempre, ma nel momento stesso in cui fisso la data dell'esame vengo invasa da un'ondata di ansia. Da quell'istante in poi io sono perennemente, costantemente, indietro.
Per evitare di andare fuori di testa, cerco sempre di ritagliarmi alcuni momenti della giornata per rientrare nel mondo reale, per ricordarmi che questo esiste e che, no, non sono stata inglobata completamente dall'università.

Il mio kit di sopravvivenza prevede:
✨ serie tv trash; [avete letto il mio ultimo aggiornamento netflicsiano?🎬]
✨ un Fidanzato che mi trascina fuori di casa;
✨ una vagonata di libri.

Ecco quelli che ho selezionato per tenermi compagnia durante questo mese:

giovedì 2 maggio 2019

Letture di aprile: tra salute mentale, una webcomic e una serie di letture rampanti 🌿


Aprile ha portato con sé una grande sonnolenza (non a caso, aprile dolce dormire) e un costante desiderio di pisolini. Nonostante la mia voglia di diventare un ghiro primaverile, questo mese è completamente volato: tra le festività, la consueta preparazione psicologica e non davanti all'incombente sessione estiva e semplicemente la vita. 

Ecco i libri che mi hanno tenuto compagnia in questi ultimi trenta giorni: 

Risultati immagini per la vita divertentissima di leonardo Risultati immagini per un gomitolo di concause Risultati immagini per il meglio di noi gungui Risultati immagini per menzogna e sortilegio

La vita (divertentissima) di Leonardo di Cécile Alix (5/5 ⭐): la vita del più famoso genio italiano raccontata nel modo più moderno possibile: attraverso un canale YouTube. Ve ne ho parlato meglio qui

Un gomitolo di concause. Lettere a Pietro Citati  di Carlo Emilio Gadda (3/5 ⭐): I miei studi mi hanno portata questo mese ad un super ripasso della letteratura italiana del Novecento. Ho così riscoperto diversi autori, tra cui Gadda e il suo epistolario. Avendo una cotta letteraria per Citati, non potevo lasciarmelo scappare. Peccato che, dopo la prima decina di lettere, il contenuto diventi abbastanza ripetitivo. 

Il meglio di noi  di Francesco Gungui (3.5/5 ⭐): L'ultimo romanzo di Gungui si concentra su una tematica che mi sta molto a cuore, quella della salute mentale. La protagonista, dovendo gestire un divorzio e le conseguenze che questo avrà su suo figlio, cercherà di mettere a posto la sua vita attraverso un aiuto davvero speciale. Una lettura piacevole che forse avrebbe giovato di qualche pagina in meno. 

Menzogna e sortilegio di Elsa Morante (5/5 ⭐): Ho iniziato a leggere questo romanzo a settembre e sono riuscita a concluderlo solo ora. Un libro magnifico, la cui lettura è rallentata dallo stile ottocentesco, ma fidatevi se vi dico che ogni minuto speso a leggerlo è un minuto di meraviglia. 

venerdì 26 aprile 2019

Come cambiare vita in dodici mesi. Recensione di "Maledetta felicità" di Marianne Power 🌺


Marianne è una giornalista irlandese che ha da poco superato i trentacinque anni. Una donna onesta, divertente e vulnerabile, con un grande sorriso e un'indomabile chioma rossa. Marianne non è contenta della sua vita: si sente inadeguata, troppo grassa, troppo impacciata, troppo disorganizzata. In un mondo in cui tutti sembrano avere il controllo, lei si sente una nota stonata. Un giorno, la svolta: decide di voler stare meglio. Basta piagnistei, basta conto costantemente in rosso. A partire da gennaio, leggerà un libro self help al mese e riprenderà in mano la sua vita.
In fondo, cosa potrebbe andare storto? 


Forse, se fossi riuscita a superare l'ansia di sembra un'idiota davanti ad altra gente, avrei potuto diventare la protagonista della mia vita invece di guardare dagli spalti come sempre. E se magari non avessi tenuto sempre alta la guardia, aspettandomi di essere giudicata, mi sarei accorta che molti ti sostengono e ti aiutano...Perché in fondo siamo tutti spaventati.