giovedì 12 luglio 2018

Cari lettori, mi sono laureata. Sul seguire le proprie passioni



Quando il compito che ci diamo ha l'urgenza della passione, non c'è niente che possa impedirci di portarlo a termine.
Storia di chi fugge e di chi resta, Elena Ferrante 


Giovedì 5 luglio mi sono laureata in Lettere. Vorrei raccontarvi delle ansie, delle ore di studio e delle difficoltà che ho incontrato in questi tre anni, ma penso che non contribuirei con nulla di nuovo: tutti gli studenti universitari conoscono fin troppo bene i litri di caffè ingurgitati per tenere gli occhi aperti e le corse dal dottore alla ricerca di una cura per quel male inspiegabile che alla fine cura non ha, perché “è solo lo stress: stia tranquilla/o”. Quello di cui voglio parlarvi oggi è la passione.

Una volta concluso il liceo non ho dovuto scegliere quale percorso universitario intraprendere, perché il mio cuore aveva già deciso da tempo. Tutti siamo a conoscenza della poca fama che i corsi di laurea di Studi Umanistici hanno oggigiorno: per tutti questi anni molti hanno storto il naso mentre spiegavo che studiavo Lettere, annoverandomi nella categoria di tutti coloro che "non hanno i piedi  per terra" e  che "non capiscono come funziona il mondo". Persino la fiorista che si è occupata di intrecciare diligentemente la mia corona d’alloro, dopo avermi chiesto in cosa mi stessi laureando e avendo udito la mia risposta, mi ha guardata come se le avessi rivelato che il mio sogno era quello di aprire un bordello nel peggior quartiere di Caracas. Comunque nonostante le domande indiscrete, le facce perplesse e i repentini cambi di argomento, non ho mai messo in discussione la mia scelta. 

lunedì 2 luglio 2018

Letture di giugno: quando succedono cose belle, io faccio fatica a leggere



Giugno è stato un mese difficile dal punto di vista emotivo: pieno di impegni e scadenze, tutti i miei obiettivi sembravano estremamente lontani. 

Sul finire del mese, però, quando ho scoperto che la  fatica di questi anni stava per essere premiata, tutto è cominciato ad andare per il verso giusto.
Giugno è stato anche il mese del mio compleanno: il mio fidanzato e le mie amiche mi hanno organizzato una bellissima festa a sorpresa, che difficilmente riuscirò a dimenticare. 


Ho letto pochi libri in questo mese, ma si sono rivelati uno più bello dell'altro, quindi per la vecchia regola che qualità > quantità direi che posso ritenermi più che soddisfatta. 


LE LETTURE DEL MESE

Risultati immagini per adele crudele Risultati immagini per storia di chi fugge e di chi resta


ADELE CRUDELE. TUTTO QUESTO FINIRÁ MALE di Mr Tan e Miss Prickly ( 4/5 ★) → Ho letto questa raccolta la sera del 7 giugno aspettando la mezzanotte, per poter iniziare a celebrare il mio compleanno al meglio. Ammetto di aver comprato questo libricino perché la pestifera protagonista si chiama come me, ma comunque si è rivelata una lettura davvero piacevole e divertente. 

STORIA DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA di Elena Ferrante ( 4/5 ★) → Il terzo volume nella serie de L'amica geniale mi ha leggermente deluso per la parte centrale, che ho trovato un pochino noiosa. Per il resto rimane comunque un bellissimo capitolo di una bellissima serie. 

giovedì 21 giugno 2018

Bilancio libroso: cosa ho letto nei primi sei mesi del 2018?



Ogni blogger lo sa che giugno è il mese dei bilanci: sono riuscita/o a leggere almeno metà dei libri della mia tbr annuale? Quali sono state le letture migliori e quelle che proprio avrei dovuto evitare? 
Per aiutarmi a valutare i libri che mi hanno tenuto compagnia in questi primi sei mesi, ho deciso di avvalermi del Mid Year Freak Out Book Tag: purtroppo non so chi lo abbia ideato, ma chiunque tu sia grazie per aiutarmi in questo compito davvero barbino. 


Qual è il libro più bello che hai letto quest'anno? 

Risultati immagini per l'amica geniale

Se mi seguite, sapete che L'amica geniale di Elena Ferrante mi ha davvero rapita. Non solo la storia è molto avvincente, ma lo stile dell'autrice è davvero unico e meraviglioso. 

(Mi impegnerò a non rispondere a tutte le domande con qualcosa che riguarda la Ferrante.)

venerdì 8 giugno 2018

Ventitré libri per ventitré anni: i libri che raccontano la mia storia



Cari lettori, oggi compio ventitré anni. 
Quando al liceo mi immaginavo come sarei stata a questa età mi vedevo felice, ma la felicità a cui aspiravo era fatta di oggetti materiali, aspetto fisico ed eventi mondani. Su un aspetto avevo ragione: ora sono davvero felice, ma non per i motivi che pensavo allora. Ciò che ultimamente mi fa alzare con il sorriso sono le meravigliose persone che mi circondano, i traguardi che ho raggiunto e che raggiungerò e, soprattutto, le infinite possibilità che ho davanti a me. 
Ho deciso di festeggiare anche qui sul blog condividendo con voi i ventitré libri che più mi rappresentano, con lo scopo di farvi conoscere alcuni aspetti di me che non conoscete e, magari, di donarvi qualche spunto di lettura. 





Risultati immagini per orgoglio e pregiudizio copertina Risultati immagini per harry potter e la pietra filosofale copertina Risultati immagini per hunger games copertina Risultati immagini per l'amica geniale copertina 


ORGOGLIO E PREGIUDIZIO di Jane Austen → Sicuramente si tratta del mio classico preferito e inoltre mi ha causato una profonda fase austenizzante negli ultimi anni del liceo. 

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE di J.K. Rowling → Mi sono avvicinata al mondo di Harry a sei ann, grazie a mio cugino che continuava a parlarne: ho letto il primo volume della saga nel corso di un'estate e, nonostante non ci avessi capito nulla, me ne sono innamorata. 

HUNGER GAMES di Suzanne Collins → Ho letto il primo volume della trilogia in terza liceo e ricordo di aver chiesto a mia mamma di nascondermelo, perché non riuscivo fisicamente a metterlo giù e non volevo finirlo in meno di ventiquattro ore. 

L'AMICA GENIALE di Elena Ferrante → Una delle mie letture di quest'anno e il risultato delle ore che passo nella blogosfera. Lo stile della Ferrante mi ha talmente colpito che è stato il modello per la stesura della mia tesi. 

lunedì 4 giugno 2018

Letture di maggio: tra castelli in aria, arcobaleni e letture davvero importanti




Maggio l'ho vissuto all'insegna della leggerezza: oltre alla stesura dell'ultimo capitolo della tesi, ho dedicato molto tempo alle persone a cui tengo di più, tra gite fuori porta e tante deliziose colazioni. 
Sicuramente il regalo più bello di questo mese è stata la meravigliosa Verona, che ho visitato insieme al mio fidanzato: una giornata speciale che rivivrei anche domani, senza cambiare una virgola. 

Dal punto di vista delle letture non mi aspettavo di aver divorato tanti libri, ma Goodreads mi ha piacevolmente smentita, facendomi notare quanto questi trentuno giorni siano stati produttivi.


LE LETTURE DEL MESE


Risultati immagini per fidanzati dell'inverno Risultati immagini per come un giovane uomo Risultati immagini per te la sei cercata

FIDANZATI DELL'INVERNO di Christelle Dabos (4/5 ★) →Questo romanzo fantasy, oltre ad avere una bellissima copertina, è anche una bellissima storia e mi ha tenuto compagnia per qualche pomeriggio. Ve ne ho parlato meglio nella recensione

COME UN GIOVANE UOMO di Carlo Carabba (3/5★)→ Letto per "Nel nome della Strega II" è stata una lettura decisamente fuori dalla mia comfort zone. Ho apprezzato lo stile dell'autore, ma la tipologia del romanzo mi ha fatto più volte perdere il filo del discorso. Se ne volete sapere di più, vi rimando al post

TE LA SEI CERCATA di Louise O'Neill (5/5★) → Ultimo romanzo tradotto in Italia di una delle mie autrici preferite: una storia potente e importante che consiglio a tutti. Anche in questo caso, vi rimando alla recensione.