lunedì 5 settembre 2016

Le cose belle della settimana (#15): i post che ho amato negli ultimi sette giorni


Buongiorno lettori e buon inizio di settimana!
La mia sarà all'insegna di colbacchi, vodka e tradimenti (evviva gli stereotipi e gli esami di letteratura russa che ampliano le tue letture), mentre la scorsa era piena di trascrizioni fonetiche, verbi e modelli grammaticali da memorizzare che erano peggio del sistema filosofico di Hegel.
Per fortuna ho trovato il tempo per spulciare in giro per il web ed ecco ciò che vi segnalo. 




Partiamo da questo progetto di Arianna: nulla l'ho semplicemente adorato. Oramai lei è una garanzia, per questo la trovate spesso in questa rubrica. Cosa ci volete fare, il suo blog mi piace davvero tanto. 

"So per certo che alcuni inorridiranno all'idea di dipingere/disegnare su di un libro (come chi odia le sottolineature sui libri), ma io faccio parte di quel ristretto gruppo di persone che ama i libri vissuti, sgualciti, vecchi, pieni di annotazioni e, perché no, anche di disegni."

Continuiamo con un haul tutto a tema Harry Potter, che non potevo non segnalarvi. Mi sono persa nel racconto di Simona! 

Questo di oggi è un post un po' diverso dal solito. A luglio sono andata per la seconda volta in Inghilterra e come già intuivo sono state le due settimane più belle dell'anno.  [...] Lì a Londra ho però comprato "un paio" di cosette. In realtà ho comprato una catarba di cose, ma in questo post vi farò vedere le mie preferite; e vi giuro che piaceranno tanto anche a voi: allora, iniziamo?" 

Concludiamo con un bellissimo articolo, scritto magistralmente, che racconta tutto ciò che c'era di sbagliato nel Fertility Day ( se mi seguite da un po', la mia opinione a riguardo non dovrebbe sorprendervi).

Il punto, cara ministra, è che sentirsi sbagliate, spaventate e non all’altezza è già il nostro sport preferito. Da Eva in poi, più o meno, siamo tutte campionesse olimpiche di inadeguatezza. Viviamo male la scelta di cosa indossare a un colloquio di lavoro, figuriamoci prendere una decisione che potrebbe cambiare non dico la nostra, ma almeno altre due vite. Le assicuro, insomma, che scegliere se fare un figlio è già sufficientemente difficile, anche senza epopea nazionalista e senza doverci sentire, per l’ennesima volta in colpa per quello che siamo, per come pensiamo, e per come decidiamo di vivere il nostro corpo"



Il blog della settimana l'ho appena scoperto ed è quello di Annalisa. Semplice, chiaro e ricco,  si potrebbe desiderare di più?

Alla prossima,

11 commenti:

  1. Ciao!
    Ti invito a partecipare a questo Link Party, spero non ti dispiaccia c:
    https://imieimagicimondi.blogspot.it/2016/09/link-party-scrittura-per-il-compleanno.html

    RispondiElimina
  2. Andro' subito a visitare questi blog, mi hai incuriosita moltissimo *_*

    RispondiElimina
  3. Ma grazie *-* Non sai quanto piacere mi faccia <3

    RispondiElimina
  4. Ottimi suggerimenti Adele cara! Avevo visto l'opera di Ari su Instagram, ma non avevo pensato di cercare un relativo post nel blog! Anche io faccio parte di coloro che amano i libri vissuti e "personalizzati" *.*

    RispondiElimina
  5. Fertility Day?? ecco l'ennesima insulsa iniziativa che ha preso lo stato italiano.
    COme se fossero loro a tenere in grembo per 9 mesi un essere vivente, e a doverlo poi mantenere, istruire ed educare in un paese dove si è senza lavoro, senza opportunità di stabilità economica per i giovani che vorrebbero costruirsi un futuro e in cui l'istruzione è al pari di una barzelletta.
    e vengono a dirci che fare un figlio è un bene comune??!!!
    termino qui, altrimenti getto il computer fuori dalla finestra.

    Ps. bellissimo post come sempre cara Adele!! devo andare a curiosare questi blog di cui parli!
    Un abbraccio!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Fertility Day è stata una vera vergogna, spero che non ripeteranno mai in futuro qualcosa del genere.
      Grazie millissime! :3

      Elimina
  6. Una delle mie rubriche preferite in assoluto! Ricca di curiosità e ci porta a spasso per il web

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger