giovedì 28 dicembre 2017

2017: recensione libresca e personale di dodici mesi



Cari lettori,
così come l'anno scorso mi ritrovo agli sgoccioli di questi dodici mesi per riassumervi, in breve, cosa è successo in questo ultimo periodo.
Il 2017 è stato un anno pieno di sorprese, ma, soprattutto di crescita. Al momento mi sembra difficile parlare positivamente della mia vita, perché sto attraversando delle settimane abbastanza difficili ed estenuanti, ma credo che mi faccia bene sedermi e raccontarvi che, nonostante qualche momento buio, gli ultimi mesi mi hanno regalato tante belle realtà. 
Andando con ordine, partirei presentandovi il podio delle più belle esperienze del 2017:

  •  Ho assistito a due concerti, di cui uno, quello dei Coldplay a San Siro il tre luglio, è stato indimenticabile: le luci, le canzoni, l'atmosfera e la sensazione di far parte di una generazione che può davvero cambiare il mondo la conserverò sempre nel mio cuore.


  •  A marzo ho incontrato il Papa, o meglio, ho intravisto il Papa. Esatto, nessun incontro ufficiale in Vaticano             ( quello lo rimandiamo al 2047), ma ho partecipato alla Santa Messa al Parco di Monza, una giornata speciale grazie anche alle persone con cui l'ho condivisa. 




  •  Ho festeggiato il mio compleanno con le migliori amiche di sempre e ho passato delle bellissime vacanze in loro compagnia, all'insegna delle risate e di forse troppe bollicine.




Senza dubbio, però, il più bel regalo di quest'anno non è stata un'esperienza, ma una persona molto speciale.
Qualcuno che è entrato nella mia vita silenziosamente a gennaio e che ora, a fine dicembre, non è semplicemente il mio ragazzo, ma il mio migliore amico, il mio confidente, colui a cui mi rivolgo per ogni minimo dubbio, colui che ha completamente rivoluzionato la mia vita nel migliore dei modi e colui per cui sarò sempre grata.





Passando all'ambito libresco, quest'anno ho letto un totale di trentasette libri e ho fallito, per la prima volta nella mia vita, la Goodreads Reading Challenge. Una mancanza per cui, dodici mesi fa, mi sarei flagellata, ma tra le varie cose che ho imparato c'è anche quella di essere meno severa con me stessa e accettare, una volta per tutte, di non essere invincibile.
I libri che più ho amato sono stati:

Risultati immagini per solo per sempre tua Risultati immagini per tartarughe all'infinito copertina Risultati immagini per il dottor zivago copertina
  • Solo per sempre tua di Louise O'Neill → un bellissimo YA distopico femminista, che mi letteralmente stravolta.(recensione)
  • Tartarughe all'infinito di John Green → questo è sicuramente il libro che più mi ha segnata e che, a distanza di pochi mesi, ho già voglia di rileggere.  (recensione)
  • Il dottor  Živago di Boris Pasternak → un vero e proprio mattone ( ma come sapete I love big books and I cannot lie), una lettura sofferta che si è protratta per diversi mesi, ma ne è valsa la pena.
Tralasciando, come ogni anno, le mie letture universitarie, i libri che maggiormente mi hanno deluso sono stati:

Risultati immagini per carry on rainbow rowell Risultati immagini per la mia vita quasi perfetta
  •  Carry on di Rainbow Rowell → nonostante si tratti di una delle mie autrici preferite, non sono riuscita a immergermi completamente nella storia e ad apprezzarne i personaggi. L'ho ritenuto un libro mediocre: forse il problema, come sempre, sono state le alte aspettative dovute alle recensioni più che positive.

  • La mia vita non proprio perfetta di Sophie Kinsella → ero al mare, in vacanza con le amiche, e quale lettura migliore di un frivolo romanzo di Kinsella? Qualcosa che si legge in pochi giorni, leggero, divertente … Mi sbagliavo. Ci ho messo quasi un mese a concludere questo libro, che, francamente, ho ritenuto ben sotto la media dei suoi lavori precedenti.


Risultati immagini per parlare a raffica

Vorrei dare, infine, un riconoscimento speciale a Parlare a raffica di Lauren Graham. Nel 2017, infatti, ho divorato, oltre questo libro, tutte le otto stagioni di Una mamma per amica e ho intenzione di ricominciare tutto il ciclo da capo con l'anno nuovo.



Per quest'anno è tutto, cari lettori: grazie, come sempre, per avermi tenuto compagnia in questi dodici mesi. Vi auguro un 2018 pieno di desideri realizzati, di libri da cinque stelline su Goodreads e di fiducia nel fatto che la vita possa sempre sorprendervi.
Alla prossima,

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger