sabato 20 febbraio 2016

Recensione | "Fangirl" di Rainbow Rowell



Buongiorno miei cari! Questa settimana sono riiniziati i corsi universitari e tra treni in ritardo, corse a perdifiato tra una lezione e l'altra e la mia odiata pioggia che mi ha resa scontrosa e nervosa, non avuto molto tempo da dedicare alle letture, e ancora meno al blog. Oggi, però, voglio proporvi la recensione di un libro che ho amato e che si è meritato le cinque stelline su Goodreads. 

Disclaimer
Poichè questo libro non è stato pubblicato in Italia, la trama è stata tradotta da    me. Non sono una traduttrice e non mi voglio spacciare come tale: ho cercato di evitare l'effetto "Google traduttore" e di rendere il discorso in italiano. Se utilizzerete questa trama, vi chiedo gentilmente di inserire i crediti






 Titolo: Fangirl 
Autrice: Rainbow Rowell 
Casa EditriceSt. Martin's Press
Prezzo: 15,40 danee ( cartaceo) | 5,43 danee (ebook)
Inedito in Italia


Cath è una fan di Simon Snow. Okay, tutto il mondo è fan di Simon Snow... Ma per Cath essere una fan è tutta la sua vita - ed è molto brava ad esserlo. Lei e Wren,  sua sorella gemella, si sono innamorate della serie di Simon Snow quando erano bambine, grazie alla quale sono riuscite a superare l'abbandono della loro mamma. Leggere, rileggere, passare il tempo nei forum di Simon Snow, scrivere fanfiction su  Simon Snow, vestirsi come i personaggi per ogni premiere dei film. La sorella di Cath, col tempo, si è allontanata dal fandom, ma Cath non lascia stare. Non vuole farlo.
Le due sorelle stanno per andare al college insieme, ma Wren ha detto a Cath che non vuole condividere la stanza insieme a lei. Cath è da sola, completamente fuori dalla sua comfort zone. Ha una compagna di stanza scontrosa, con un affascinante fidanzato sempre tra i piedi; una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano la fine del mondo civilizzato; un bellissimo compagno di classe che vuole solo parlare di parole ... E non riesce a smettere di preoccuparsi per il suo papà, che è amorevole e fragile e non è mai rimasto da solo. Per Cath, la domanda è: potrà farcela? Senza Wren a stringerle la mano? È pronta per iniziare a vivere la sua nuova vita? E vuole farlo anche se significa lasciarsi alla spalle Simon Snow?




Di cosa parla Fangirl? D'amore, certo. Ma di diversi tipi d'amore. A partire da  quello tra Cath e Levi, lei diciotto anni e lui ventuno, studenti in un college americano, alle prese con le paure, le emozioni e i brividi dell'essere innamorati.  Abbiamo poi l'amore tra Cath e Wren, gemelle che hanno passato gli ultimi diciotto anni insieme e che ora si trovano divise, perchè Wren vuole la sua indipendenza, le sue amiche, vuole essere considerata di più della mera parte di un duo. Questo è l'amore profondo, quello della famiglia, quello che non ha bisogno di parole: quello che le due sorelle provano l'una per l'altra e per il padre.
Infine, l'amore più grande, il vero protagonista di questo romanzo: l'amore per se stessiCath, infatti, imparerà ad amare se stessa e ad accettare quello che è. 
A short story is supposed to be about something. But it's like you always say, it's about to people falling in love - what could be bigger than that?
Ma chi è Cath? Cath  viene considerata una nerd, negli anni in cui essere nerd non andava ancora di moda. Ossessionata dalla serie di Simon Snow ( molto simile alla nostra saga di Harry Potter), la sua passione più grande è scrivere fanfiction. Essendo io un'ex scrittrice di fanfiction, è stato bello fare un tuffo nel passato tra termini come headcanon, smut e alternate universe : ricordo lo scrivere, il rileggere, l'avere perennemente, per tutta la giornata, una piccola stanza nel cervello in cui la storia proseguiva, cambiava e si modificava.
Fangirl, però, non mi ha rapito il cuore solo per avermi fatto tornare alla mente una mia passata identità online. Nemmeno per lo stile di scrittura della Rowell, che, ancora una volta, è impeccabile, o per la costruzione dell'intreccio, anche questo impeccabile. Dovete sapere, che Cath soffre di ansia sociale, questa malattia sconosciuta di cui io stessa soffro e che, con fatica, sto cercando di scrollarmi di dosso.
"Why do we write fiction?" Professor Piper asked. Cath looked down at her notebook. To disappear.
Fangirl è stato il primo libro che io abbia mai letto in cui un disturbo mentale viene trattato con serietà in tutti i suoi aspetti: la bassa autostima di Cath non viene liquidata con un " tutti vanno alle feste e si vestono in un determinato modo, io sono brutta perchè indosso solo tute e porto gli occhiali". La Rowell affronta nel migliore dei modi il senso di inferiorità e di inadeguatezza provato da Cath, ci spiega perchè, nonostante questo,  scelga di rimanere se stessa, di continuare a scrivere, a vestirsi in un determinato modo e a condurre un determinato stile di vita.
Ci viene raccontata la storia più vera  e bella di tutte: una ragazza riesce ad affrontare le sue paure, non perchè salvata da un principe azzurro  o perchè si è tolta gli occhiali o ha cambiato quello che era, ma perchè ha imparato ad amarsi.
E forse non c'è amore più grande di questo.
E voi? Avete letto questo libro? 
Cosa ne pensate?
Alla prossima, 
Adele

24 commenti:

  1. Ciao Adele!
    Mi sembra un vero peccato che questo libro non sia stato pubblicato in Italia, mi sarebbe piaciuto leggerlo. E' vero che se ne ho la possibilità, confronto con piacere il testo a fronte per i classici, ma onestamente non mi sono mai cimentata in una lettura totally english.
    Auguri per il rientro in università. Io, grazie a Dio, non ho più corsi da seguire e ho chiuso momentaneamente con la mia condizione da pendolare. In compenso ho un po' di esami arretrati e una tesi da scrivere per la laurea triennale. Ma su, coraggio, ce la possiamo fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! :) Spero che lo facciano presto, anche se ho i miei dubbi! Se posso, ti incoraggio a farlo, per questo libro ne vale la pena.
      Un enorme in bocca al lupo! :3

      Elimina
  2. Concordo con tutte le parole che hai scritto e trovo che questa recensione rende davvero giustizia al libro :) sono contenta sia piaciuto anche a te :) è fra i miei libri preferiti in assoluto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Arianna! :) Sicuramente è entrato anche nella mia lista dei libri preferiti! ^^

      Elimina
  3. Adeee, aspettavo con ansia (obvs) questa recensione! Come al solito hai colto a pieno l'essenza del libro. Sai, è un vero sollievo sapere che ti è piaciuto tanto quanto è piaciuto a me, perché quando te l'ho regalato è stato un po' un acquisto alla cieca! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bellissimo acquisto e ti sarò debitrice per sempre per avermelo regalato <3

      Elimina
  4. Bella recensione! Io AMO questo libro, non smetterò mai di ripeterlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sole! :) Hai ragione, è una meraviglia!

      Elimina
  5. Ciao Adele ^^ Anche da me questa settimana sono iniziati di nuovo i corsi, e il tempo per leggere mi si è praticamente dimezzato xD Comunque, felicissima che Fangirl ti sia piaciuto!Adesso devi assolutamente recuperare Carry On *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Juliette! :3 Come ti capisco! Sì, lo devo assolutamente fare al più presto u.u

      Elimina
  6. Hai scritto una recensione così bella che, anche se la trama non mi aveva incuriosito più di tanto, ora sono decisa a leggere questo libro.
    Lo inserisco subito in TBR e spero di avere la possibilità di leggerlo presto. :)
    Sono molto contenta di una cosa in particolare: il fatto che tu non abbia paura di parlare di una malattia con la quale stai facendo i conti; nessuno dovrebbe avere la possibilità di sminuire i problemi degli altri, soprattutto se non conosce il background della persona e le sofferenze che ne implica.
    Ti mando un abbraccio grande ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooh Jen, grazie davvero, le tue parole mi hanno scaldato il cuore. Sono contenta che la recensione ti sia piaciuta e, davvero, grazie ancora per le tue parole! Ricambio l'abbraccio <3

      Elimina
  7. Ciao Adele <3 Anch'io voglio leggere questo libro, mi piacciono molto le citazioni lette in giro al riguardo e la trama mi ispira *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jesss <3 Conoscendoti, ti piacerà di certo ^^

      Elimina
  8. Ciao :) Questo libro lo voglio assolutamente leggere ed è da un bel po' che ho intenzione di farlo... spero davvero che mi piaccia!!

    RispondiElimina
  9. Uno dei libri più belli letti l'anno scorso *O* Adoro la Rowell!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Rosa, la Rowell è una meraviglia *w*

      Elimina
  10. Se lo pubblicheranno anche in Italia, lo leggerò :)

    RispondiElimina
  11. Appena prenderò il coraggio di leggere in inglese senza interrompermi, lo leggerò :)

    RispondiElimina
  12. Ciao Adele sono una nuova follower, con questa recensione mi hai catturata, davvero complimenti *_*
    Ho sentito nominare questo libro molto spesso ma non mi sono mai decisa a dargli una possibilità, tu invece mi hai messo tantissima voglia di leggerlo e adesso non vedo l'ora di averlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pamy, benvenuta! ^^
      Ooh, sono felicissima di averti convinta! Merita davvero tanto e se per te la lingua inglese non è un problema, ti consiglio di leggerlo il prima possibile :)

      Elimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger