TinyDropdown Menu The Book Lawyer: I racconti perfetti per un caloroso Natale. Raccolta "Cosa c'è sotto l'albero?" a cura de La bottega dei traduttori 🎄

giovedì 20 dicembre 2018

I racconti perfetti per un caloroso Natale. Raccolta "Cosa c'è sotto l'albero?" a cura de La bottega dei traduttori 🎄


Il Natale è definitivamente alle porte e noi, da buoni lettori forti, siamo alla ricerca di letture a tema. 
O almeno, alcuni di noi.
Sì, perché la sottoscritta ogni anno rincorre il proposito di leggere Canto di Natale di Charles Dickens (il prototipo della lettura a tema) e ogni anno, puntuale come un orologio svizzero, fallisce miseramente ogni venticinque dicembre. Lo so, in tutto questo tempo avrei potuto cercare altri romanzi colmi di fiocchi di neve e panettone, ma metteteci gli impegni e una forte dose di pigrizia (principalmente questa) e capirete il perché della mia disfatta.

Quest'anno però il buon spirito dei book blogger (fidatevi, esiste) ha deciso di risolvere questo gravoso problema consegnando nella mia cassetta delle lettere casella di posta elettronica un fantastico progetto, che non solo mi ha riscaldata in queste fredde giornate ma mi ha permesso di portare a quota uno le mie letture natalizie.

Cosa c'è sotto l'albero di Natale? Fiabe, racconti e leggende da tutto il mondo da scartare insieme è un piccolo gioiellino creato dalle sapienti mani de La bottega dei traduttori: ventidue racconti (quasi un piccolo avvento) provenienti da tutto il mondo e tutti a tema natalizio. 

«Cosa c'è sotto l'albero?» Fiabe, racconti e leggende dal mondo da scartare insieme. Vol. 1 - copertinaCosa c'è sotto l'albero?
 Fiabe, racconti e leggende da tutto il mondo da scartare insieme.
(volume 1 e 2)
a cura de La bottega dei traduttori
Self-published
Prezzo: 15,00 

[Ringrazio La bottega dei traduttori per avermi fornito gentilmente queste raccolte]
«Cosa c'è sotto l'albero?» Fiabe, racconti e leggende dal mondo da scartare insieme" è la prima raccolta collettiva che porta la firma dei membri de La bottega dei traduttori. Si tratta di una serie composta da due volumi, ognuno contenente undici storie, tutte illustrate da un disegnatore professionista. Racconti appartenenti a culture differenti, tutti però accomunati da un unico comune denominatore: il Natale. All'interno di questi libri si ritrovano racconti, favole e leggende selezionati, tradotti e revisionati dai partecipanti al progetto, fruibili da lettori di tutte le età. Alphonse Daudet, Guy de Maupassant, Ramón del Valle-Inclán sono solo alcuni dei nomi degli autori scelti per questa raccolta, i cui scritti vanno ad alternarsi a leggende tramandate nel corso dei secoli e contributi di scrittori meno gettonati ma non per questo meno interessanti. Tra sacro e profano, queste pagine accolgono narrazioni che vedono come protagonisti angeli e diavoli, folletti e streghe, ricchi e poveri, animali parlanti e personaggi classici del mondo religioso. Storie che fanno sognare o riflettere, che sanno emozionare, che talvolta si trascinano dietro un pizzico di amarezza o malinconia.


Avevo intenzione di utilizzare il mio solito metodo per recensire queste raccolte, ma purtroppo mi risulta ancora difficile riuscire a valutare un lavoro composito. Quindi mentre cerco di sopperire a questa mia mancanza, voglio descrivervi Cosa c'è sotto l'albero? in tutta la sua adorabilità.

Come è normale che sia nel momento in cui si affronta una raccolta di racconti, alcuni di questi mi hanno davvero conquistata mentre altri non li ho ritenuti particolarmente convincenti. Tra i racconti che ho apprezzato inserirei tutte quelle leggende e tutte quelle favole con risvolti che oserei definire "oscuri" (un po' Lo schiaccianoci vibe). Tra queste mi sento di citare Le tre messe basse di Alphonse Daudet, tradotto da Lorena Lombardi. 

Potrei dilungarmi nel discutere con voi di ogni singolo racconto, ma verrebbe un post lunghissimo e, in tutta sincerità, non è esattamente il mio scopo. Il mio desiderio è quello di  presentarvi queste raccolte come il risultato di un progetto ben riuscito, un progetto di cui d'ora in poi non mi perderò un post.  Infatti la grande ricchezza di questa raccolta non è solo nella qualità dei racconti che la compongono, ma anche nell'attenzione minima ai dettagli, sintomo dell'amore che risiede dietro questo prodotto. Un esempio lampante sono le bellissime illustrazioni che corredano ogni fiaba, ognuna realizzata da un illustratore diverso. 
Queste sono alcune delle mie preferite. 


Al di là dell'indubbia qualità di questo prodotto, ciò che mi ha maggiormente affascinata (come credo abbiate capito) è stata la natura del progetto de La bottega dei traduttori: il loro entusiasmo, la loro passione e il loro amore per la letteratura sono contagiosi. Tant'è che alla loro domanda non sono riuscita a non rispondere con un entusiasmo pari. 


La bottega dei traduttori nasce nel 2016 da un’idea di Annarita Tranfici.
La bottega dei traduttori siamo noi, un gruppo di ragazzi che provengono da diverse zone d’Italia e attualmente vivono in diverse parti del mondo. Ognuno ha la sua vita, le sue abitudini, il suo carattere, la sua storia.
Cosa abbiamo in comune? Due grandi passioni: i libri e la traduzione, unite alla voglia di sperimentare, imparare, diffondere e crescere insieme. [...]
Siamo una macchina sempre in corsa, la nostra benzina è la nostra passione.Prestate attenzione, però: la bottega dei traduttori NON è una casa editrice, ma un laboratorio di idee dove a risaltare è la voglia costante di mettersi in gioco e in cui passione, condivisione e competenza sono le parole d’ordine.



Ora però sono curiosa: quali sono state le vostre letture a tema natalizio quest'anno? 🎄

Alla prossima,

2 commenti:

  1. Grazie infinite da parte di tutti noi della Bottega dei Traduttori per l'attenzione e per le belle parole spese!

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni.