sabato 30 aprile 2016

April Wrap Up: quattro ragazzi corvo, un po' di neve fuori stagione e qualche rima

April Wrap Up: quattro ragazzi corvo, un po' di neve fuori stagione e qualche rima


Aprile tosatore
porta la lana al vecchio pastore,
spoglia la pecora e l’agnello
per farti un berretto ed un mantello.
(Gianni Rodari)

Aprile è stato, fino ad adesso, il mese del 2016 che è volato via più velocemente: tra cuori feriti che si stanno ricucendo, tanti dottori ( sia gallifreyani che non, purtroppo) e tanta tanta positività, i primi trenta giorni della primavera sono scappati via in un attimo.








Divergent è stata una rilettura veloce in vista del disastroso incontro con Veronica Roth ( se volete sapere com'è andata, vi rimando al post a riguardo). Quest'estate l'avevo divorato in meno di ventiquattrore, questa volta c'è voluto qualche giorno in più.. Sicuramente, non mi è piaciuto tanto quanto mi era piaciuto a luglio, ma è riuscito ancora una volta a trasmettermi una speciale adrenalina.

domenica 24 aprile 2016

Recensione | "Blue Lily, Lily Blue" di Maggie Stiefvater

Recensione | "Blue Lily, Lily Blue" di Maggie Stiefvater



Blue Lily, Lily Blue (The Raven Cycle, #3)
Titolo: Blue Lily, Lily Blue (The Raven Cycle #3)
Autrice: Maggie Stiefvater 
Casa editriceScholastic
Prezzo: 9,96 danee (cartaceo) | 8,76 danee (ebook)
Inedito in Italia 

Blue Sargent ha trovato molte cose. Per la prima volta nella sua vita ha amici di cui può fidarsi, un gruppo a cui appartiene. I Raven Boys la considerano una di loro. I loro problemi sono diventati i suoi.Il problema col trovare cose è che queste possono facilmente essere perse.Gli amici possono tradire. Madri possono sparire. Visioni possono essere mal interpretate. Certezze possono vacillare.
[Traduzione molto libera fatta da me. Se decidete di utilizzarla, ricordatevi di inserire i crediti. Grazie.]


Non è un segreto che io sia innamorata di questa serie: dall'ambientazione, ai personaggi, non c'è niente che non mi piaccia nei Raven Boys. Ma Blue Lily, Lily Blue è di certo, per ora, il più bel libro di tutta la serie.
Sarà difficile, per me, scrivere questa recensione: si tratta del terzo libro di una saga estremamente affascinante, ma anche molto complessa. Per rimanere fedele alla mia politica di recensioni assolutamente spoiler free, sono davvero pochi gli aspetti che potrò trattare e discutere insieme a voi. 

Cosa rende Blue Lily, Lily Blue  migliore rispetto ai primi due capitoli? 
1. Plot Twist. Come ben sappiamo, la prima parte di questi romanzi è sempre abbastanza lenta. Il ritmo è comunque apprezzabile e la storia interessante, ma l'intreccio incomincia a svilupparsi solo nella seconda metà del libro. In Blue Lily, Lily Blue questa parte trasuda plot twist. Diventa tutto estremamente avvincente e più di una volta ho rischiato di saltare la mia fermata del treno, poichè troppo immersa nella storia. 
Gansey aka marry me pls

venerdì 22 aprile 2016

Deliri letterari, autori denigrati e succose confessioni: 25 fatti libreschi su di me

Deliri letterari, autori denigrati e succose confessioni: 25 fatti libreschi su di me

Buongiorno a tutti! 
C'è voluto un po', ma alla fine sono riuscita a stilare la lista dei 25 fatti libreschi su di me. Ringrazio Rosa per avermi nominata e iniziamo subito con questo tag che sta spopolando nella blogosfera! 


1. Amo leggere da prima che sapessi farlo.
Sarà che forse anche mia mamma condivide la mia stessa passione e che da piccola mi leggeva libri su libri, ma ho un ricordo ben distinto di me che chiedo ad un'entità indistinta "Ti prego, ti prego fammi imparare a leggere!" Ovviamente, affinché il mio desiderio si realizzasse ho dovuto aspettare la prima elementare ( mia madre, seguendo un suo pensiero pedagogico, si è rifiutata di insegnarmi prima dei sei anni): da quel momento ho iniziato a leggere e non ho più smesso.

2. Spesso la notte sogno i libri.
Sono due i sogni ricorrenti: io che mi trovo in una libreria e trovo dei libri che desideravo da tempo ad un prezzo stracciato e io nella mia biblioteca intenta a riordinare gli scaffali.
Delle volte mi faccio paura.


3. Non solo amo leggere, ma venero i libri.

Amo studiare manoscritti, storia della letteratura, storia del libro, mercato libraio, i vari formati del libro nei secoli: insomma, amo quello che il mio corso di laurea mi permette di imparare.

martedì 19 aprile 2016

Una mostra per chi ama i libri: I libri Einaudi 1933-1983

Una mostra per chi ama i libri: I libri Einaudi 1933-1983

Oggi, io e una mia amica, abbiamo deciso di passare una pausa pranzo un po' particolare: ci siamo lasciate alle spalle il nostro bel quartiere universitario di cui conosciamo ogni angolo, per recarci in Corso Magenta, dove la Galleria del Gruppo Credito Valtellinese ospiterà fino a sabato la mostra "I libri Einaudi 1933-1983". 

L'Einaudi è stata nel Novecento un vero e proprio punto di riferimento per intellettuali e letterati di tutta Italia e casa di autori del calibro di Calvino, Vittorini e Pavese. 


domenica 17 aprile 2016

6 libri che tutti gli innamorati dell'amore devono leggere

6 libri che tutti gli innamorati dell'amore devono leggere

Ci sono diversi tipi d'amore: c'è quello travolgente, che ti smorza l'appetito e il sonno, che ti fa piangere lacrime dolorose e ridere fino a toglierti il respiro. Ci sono amori brillanti e asfissianti, leggeri e insopportabili. C'è l'amore che provo io, un sentimento silenzioso che mi accompagna da tempo, e che, nonostante la sua insensatezza, non mi ha mai abbandonata e forse mai lo farà.
 Have you ever been in love? Horrible isn't it? It makes you so vulnerable. It opens your chest and it opens up your heart and it means that someone can get inside you and mess you up.

Così ha scritto Neil Gaiman e io non posso che dargli ragione: delle volte l'amore fa proprio schifo. C'è qualcosa, però, in questo sentimento così antico, che ci affascina e che ci spinge a cercarlo, non solo nella nostra quotidianità, ma anche nei libri e nei film. Quanto possiamo essere masochisti?
Quindi ecco qui la lista dei romanzi che tutti gli innamorati dell'amore devono leggere:  vi faranno piangere, vi strapperanno l'anima e vi lasceranno giorni a fissare la parete in uno stato di semi coscienza. Ma nel mondo fantastico, così come in quello reale, ne vale sempre la pena.



Molto probabilmente conoscete già la trama e il finale di questo libro, ma se, nonostante ciò, non l'avete mai letto, vi prego di dargli una possibilità. La storia di Hazel e Augustus vi terrà incollati alle pagine e vi investirà con tutta la sua bellezza. 
Sono innamorato di te, e non sono il tipo da negare a me stesso il semplice piacere di dire cose vere. Sono innamorato di te, e so che l'amore non è che un grido nel vuoto, e che l'oblio è inevitabile, e che siamo tutti dannati e che verrà un giorno in cui tutti i nostri sforzi saranno ridotti in polvere, e so che il sole inghiottirà l'unica terra che avremo mai, e sono innamorato di te. 

giovedì 14 aprile 2016

Una nuova grafica per dire "Facciamolo!"

Una nuova grafica per dire "Facciamolo!"

So che non è passato molto dall'ultima volta che il blog ha cambiato aspetto, ma alcune modifiche si sono rese necessarie.
Sapete che, solitamente, quando una ragazza  subisce un cambiamento a livello emotivo e personale, decide di mostrarlo al mondo cambiando pettinatura: ecco, poichè io tengo molto alla mia chioma, ho notato che questo bisogno, nel mio caso, si riversa sul blog. Quindi mettiamo da parte le forbici e tiriamo fuori le armi pesanti, ossia i codici html! 
Sono molto fiera di questa nuova grafica, che è stata realizzata completamente da me, con un enorme aiuto da parte dei vari tutorial che ho trovato online. Ovviamente non posso non citare la mia cara amica Ilaria ( ve la ricordate? Quella che mi ha costretta a leggere i Raven Boys e Half Bad) che, da buona futura studentessa di Brera, ha gentilmente realizzato il logo qua a fianco. Non solo è riuscita a rappresentare la mia personalità attraverso quel sorrisino sarcastico, ma mi ha immortalata nel tentativo di trasportare dei volumoni della nostra zia Jane Austen! Se siete curiosi di vedere altri suoi lavori, potete andare a dare un'occhiata alla sua pagina facebook.

Cosa ne pensate di questa nuova grafica? Vi piace? 
Alla prossima, 
Adele 

sabato 9 aprile 2016

Segnaliamo! | La magia del mondo di Irene Colabianchi

Segnaliamo! | La magia del mondo di Irene Colabianchi
Buongiorno a tutti!
Oggi voglio presentarvi Failure to Queen, romanzo fantasy e romance scritto da una giovanissima Irene Colabianchi. 



martedì 5 aprile 2016

Come non ti incontro Veronica Roth: cronaca di una morte annunciata

Come non ti incontro Veronica Roth: cronaca di una morte annunciata
Domenica 3 aprile c'è stato il firmacopie di Veronica Roth in Rizzoli Galleria e non potevo essere più pronta: macchina fotografica carica, un appuntamento con Cristina e copia di Divergent alla mano, io e una mia amica siamo partite per questa avventura nella nostra Milano. Un'avventura che non si è conclusa perchè Veronica non l'ho vista nemmeno per sbaglio. Quindi ho tantissime foto da mostrarvi, ma nessuna di queste comprende lei: avevo comunque intenzione di scrivere un post a riguardo, così perchè non farlo lo stesso e cercare di sfogare la mia delusione?
Partiamo mettendo in chiaro una cosa: l'emozione all'idea di incontrare Veronica Roth era molta e mi avrebbe fatto davvero piacere conoscerla, ma non è una delle mie scrittrici preferite, quindi la mancata occasione non mi fa stare poi così male. Ciò che mi disturba è l'aver sprecato quattro ore in piedi, ferma nello stesso punto, ad aspettare. A distanza di qualche giorno mi fanno ancora male gli arti inferiori e non sono riuscita a smaltire del tutto il nervoso.
L'evento è stato organizzato malissimo: niente transenne, niente pass, solo tanta confusione e gomitate da parte di tutti. Sapevate che al funerale di Stalin, nella calca, sono morte dieci migliaia di persone? Questo è il pensiero che continuava a balenarmi in mente durante quelle quattro ore, per farvi capire la situazione. 

venerdì 1 aprile 2016

March Wrap Up | Tanta magia, un po' di Russia e un tocco di Grecia

March Wrap Up | Tanta magia, un po' di Russia e un tocco di Grecia

Marzo pazzo e cuorcontento
si sveglia un mattino pieno di vento:
la prima rondine arriva stasera
con l’espresso della primavera.
(Gianni Rodari)
Buongiorno a tutti! 
Marzo è stato un mese pieno di soddisfazioni a livello personale: una verità è stata rivelata, il mio cuore è stato spezzato, ma, per fortuna, sta guarendo in fretta. Marzo è il mese in cui ho scoperto di avere più forza di quella che credevo, i trentuno giorni in cui, dopo tanto tempo, sono riuscita a dire a me stessa che sono fiera di me e delle mie scelte. Insomma, marzo è stato un mese importante dal punto di vista personale, ma anche da quello letterario: non mi aspettavo di aver letto così tanti libri! 

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger