martedì 29 marzo 2016

La dura vita di una blogger | Momenti di ordinaria follia, ossia come ti sistemo gli scaffali


Arriva un appuntamento immancabile per ogni book blogger che si rispetti: che sia dopo settimane o mesi dall'apertura del blog, un giorno accade e non puoi farci nulla. Peggio della caduta del primo dentino o dello scoprire la verità su Babbo Natale, alimentati da foto su Instagram, Facebook, Twitter e chi più ne ha più ne metta, decidiamo di riordinare le nostre librerie. Facile rimanere influenzati, poichè noi, che inspiriamo internet ed espiriamo post giornalmente, veniamo sottoposti dai social network ad una pressione assurda: ehi, guarda questo immacolato scaffale pieno di libri con copertina rigida! E che ne dici di questa libreria ordinata cromaticamente?
Ci sono cascata anche io e pochi giorni fa, presa da una foga indescrivibile, ho svuotato alcuni scaffali ( quelli che la mia statura da hobbit mi ha permesso di raggiungere) e ne ho sparso tutto il contenuto per la stanza.




Dopo aver svuotato il tutto, aver spolverato gli scaffali e aver scattato queste foto ( nell'era dei social network se non documenti quello che stai facendo, lo stai facendo per davvero?), una domanda mi ha colpito come un macigno: "E adesso?" Già, perchè non avevo considerato i due problemi principali che ogni book blogger deve affrontare in questo caso: 

1) Che criterio utilizzo? 
 Ossia, come riordino effettivamente gli scaffali? Ci sono diverse opzioni: in ordine alfabetico, per colore, per casa editrice, per genere letterario ... Ma nessuna di queste  mi convinceva. 

2) Che ne faccio della paccottiglia? 
Con "paccottiglia"intendo  tutti quegli oggetti che solitamente mettiamo davanti ai libri sugli scaffali. Delle volte sono gadget che hanno effettivamente un significato o che possiamo ricollegare a determinati romanzi, ma nella maggior parte dei casi sono cianfrusaglie che non sappiamo dove altro piazzare. 

Dopo lunghi ed estenuanti minuti passati ad osservare la parete di fronte a me, ho deciso che non sarei mai riuscita a trovare un criterio semplice ed efficace . Per questo ho capito che avrei dovuto riordinare i miei libri a sentimento, ossia secondo un metodo per me cristallino, ma, sicuramente, incomprensibile per gli altri. 

Scaffale libri medie/primi anni liceo
Devo ammettere che non sono molti, principalmente perchè in questo periodo tendevo a prendere in prestito i libri dalla biblioteca ed erano davvero pochi i volumi che compravo. 
Potete notare alcuni Nicholas Sparks ( autore che adesso non mi fa impazzire, ma che apprezzavo), Lola Rose di Jacqueline Wilson e Il titolo di questo libro è segreto di Pseudonymous Bosch, romanzi che ho adorato.
Paccottiglia
• Una finta palla da biliardo a cui rivolgersi quando si è nel dubbio: basta porre una domanda, capovolgerla e lei vi risponderà
• Due palle di neve: una con una casetta e una con la Sacra Famiglia 


Scaffale libri belli/ che hanno belle copertine e non fiction
Qui possiamo trovare la sezione dedicata a libri che ho amato ( Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons o Le tartarughe tornano sempre di Enzo Gianmaria Napolillo), libri che ho amato e hanno belle copertine ( Il miniaturista di Jessie Burton o Fangirl di Rainbow Rowell) e libri non fiction ( Ancora dalla parte delle bambine di Loredana Lipperini o Lezioni americane di Italo Calvino).
[Half Wild e Blue Lily Lily Blue sono due libri che mi ha prestato la mia amica]
Paccottiglia
• Un contenitore di vetro Ikea pieno fino all'orlo di pot pourri Ikea ( gusto Sinnlig, il mio preferito )
• Una teiera da cui esce un ramo di fiori di ciliegio finto  #muchaesthetic #verytumblr
• Una foto di me e della mia nonna 

Scaffale libri quasi universitari 
Qui troviamo alcuni libri che, in un modo o nell'altro, sono legati al mio corso di studi: da romanzi che ho dovuto leggere perchè richiesti dai prof, a guide della mia Milano. 
Paccottiglia
Un piccolissimo dizionario di italiano che usavo alle elementari 
Una piccola bottiglietta che arriva dritta dritta da Lourdes 


Scaffale dei classici (quelli belli) 
Tutti i classici che ho particolarmente amato vivono su questo scaffale: troviamo la sezione Jane Austen, Madame Bovary di Falubert, Cime tempestose di Emily Brontë, e così via
Paccottiglia
• Un pulcino pasquale di cioccolato 
• Due candele Ikea Sinnlig ( è un'ossessione)
• La Felix Felicis che la mia migliore amica mi ha regalato prima dell'esame di patente ( il contenuto originario è stato sostituito con della normale acqua: erano passati troppi anni!) 

Scaffale dei classici un po' così e dei libri a caso
Questi scaffali si trovano sopra la mia postazione computer: in alto a sinistra possiamo trovare tutti quei classici che non mi hanno fatto propriamente impazzire. Alcuni Italo Svevo ( mi dispiace, ma proprio non lo sopporto), tutti i romanzi di Pirandello e qualche Adelphi.
Sullo stesso ripiano potete ammirare tutti quei romanzi che non sapevo dove mettere: due romance Newton Compton, un romanzo di Cassola che devo ancora leggere, eccetera. 
Paccottiglia
• Una macchina-sputa-caramelle di Tiger 
• Una maschera che ho preso a Venezia
• La macchina fotografica che hanno regalato a mia mamma per la sua Cresima #hipster
• Il mandato dei catechisti dell'anno scorso
 Due bacchette magiche fatte a mano 


Scaffale dei libri fandom
Questo scaffale è dedicato a tutti i libri che hanno un grande fandom su Internet: Harry Potter, Divergent, The Selection, John Green..
Paccottiglia
• Il libricino Keep Calm and Carry On che ho preso a Canterbury
• Una foto dei miei genitori con me da piccina  
Think happy, be happy adorabile libricino che mi è stato regalato dalla Giova 
• La tazza dei Dalek che mi ha regalato un mio amico per il mio compleanno 

Scaffale dei telefilm e libri annessi
Una piccola sezione della mia libreria è dedicata ai DVD delle mie due serie tv preferite di tutti i tempi e ad alcuni dei libri che le accompagnano.



E voi? Come sono organizzati i vostri scaffali? 
Seguite un criterio ben preciso? 
Alla prossima, 
Adele 

28 commenti:

  1. Come ti capisco ç_ç Instagram mi ha ispirato la medesima azione. Visto che la mia stanza è stile mansarda, col tetto spiovente e dagli spazi ristretti, ho dovuto optare per mensole sparpagliate ovunque e librerie dell'Ikea alte e strette. Andando a riordinare i libri, sono riuscita a recuperare completamente ben 7 spazi/scaffali per i libri. Sono vuoti, completamente vuoti. Non ti dico la mia gioia XD
    Personalmente tendo a suddividerli per generi, accordandoli visivamente per colori o come meglio mi aggradono visivamente parlando. Col tempo ho abolito la paccottiglia, infatti ora tengo solo: funko, altri soprammobili da collezione e le fate de Les Alpes che possiedo. Volevo fare delle foto per il blog ma la luce nella mia stanza è tremenda quindi vengono fuori delle cose orrende.
    E... quanto ho parlato? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amelia! Sette scaffali vuoti? Ti invidio un sacco **
      Anch'io dovrei farlo, ma sono una di quelle persone che non riesce a buttare via nulla xD
      Noo, dai appena la luce è leggermente decente riempici di foto! Sono curiosa :)

      Elimina
  2. Riordinare le librerie è un incubo!Ed è pure ricorrente! (E mi viene da piangere se penso che dovrò farlo anch'io a breve, perché ho pile e pile di libri che richiedono una collocazione e che sono momentaneamente lasciati a se stessi!!!).
    Sui criteri io non mi pronuncio perché ho un reparto per i classici (ma non ci stanno tutti, quindi li tengo un po' sparpagliati) e tutto il resto varia a seconda di gradimento o copertine che mi piacciono, ma senza un ordine logico.
    Complimenti per le foto, sono davvero bellissime!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, hai ragione è davvero un incubo! Ma allo stesso tempo è anche piacevole, almeno per me. Diciamo che da sfogo al mio lato "maniaca del controllo"!
      Graziee! **

      Elimina
  3. Okay. Quella palla da biliardo mi sembra fantastica.
    Comunque ti capisco, sistemare i libri è un vero rompicapo ahaha Io ogni tanto li divido per colore, ogni tanto per genere, ogni tanto per altezza ahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non è molto utile! Ahahah, può capitare che io chieda " Devo fare questa cosa?",lei risponda "ASSOLUTAMENTE NO" e io dica "Fuck it, lo faccio lo stesso" ><

      Elimina
  4. Bella sistemazione quasi quasi te la ruboXD

    RispondiElimina
  5. Ciao Adele! Bellissimiiii *.* Guarda, mi hai fatto venire leggerissimamente l'ansia, perchè ho in programma di dare une bella spolverata ai miei scaffali, e ogni volta mi ritrovo in crisi su come ordinarli. Ho sempre usato il metodo per autore/casa editrice, ma l'ultima volta ho deciso di cambiare e usare il metodo paperback/hardcover. Ma ho voglia di cambiare, quindi chissà cosa mi verrà fuori prossimamente xD Io però la paccotiglia l'ho ridotta, perchè mi da il senso di poco ordinato (lo so, sono tutta strana >-<) e poi mi piace che si vedano i titoli dei libri *:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! :) Grazieeeeee ^^
      Sai, se devo essere sincera anche a me dà l'idea del "poco ordinato" e anche io adoro che si vedano i titoli dei libri, ma non so dove metterla! ><
      In bocca al lupo, confido in te e nelle tue capacità di riordino! u.u

      Elimina
  6. Le mie librerie sono piene di paccottiglia, messa sui ripiani alti perchè i gatti non ci arrivino!XD

    RispondiElimina
  7. Io attualmente li sistemo "a caso" ossia dove trovo un buco libero xD sono davvero tantissimi e non ho abbastanza spazio per sistemarli in altri modi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma, immagino! Direi che in questo caso il metodo "a caso" sia il migliore D:

      Elimina
  8. Mi hai fatto innamorare di quel blu elettrico alle pareti! Credo che sia il colore perfetto per ospitare dei libri, così magnetico e magico.
    Io personalmente non seguo un vero e proprio criterio. Purché i libri di uno stesso autore stiano tutti vicini. Quindi quando arrivano nuove entrate li riordino di conseguenza. Ma al momento ho stabilito un podio d'onore per Charlotte Bronte e Shakespeare.
    Tuttavia c'è un triste dato di fatto: la superficie disponibile si sta rapidamente esaurendo. HEEEELP!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il blu, è il mio colore preferito! *w*
      Anche io tendo a riordinare i titoli per autore! Ecco è un criterio che inconsciamente possiedo u.u

      Elimina
  9. Adele <3 Non sai quanto ho riso leggendo questo post! E' terribile riordinare la libreria, ma io sclero anche solo per pulirla, tirare giù tutti i libri mi fanno diventare matta xD Ultimamente sto cercando di fare più spazio possibile perché non ho più scaffali liberi, quindi mi invento strani modi di metterli, stringerli tra loro e mi innervosisco quando tutti quelli di un genere non possono stare sullo stesso scaffale >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jess <3 Ti immagino mentre litighi con la tua libreria nel tentativo di far entrare tutti i tuoi nuovi arrivi! xD

      Elimina
  10. Riordinare la libreria, praticamente una sola parola: ansia!
    Io finora ho utilizzato uno stile tutto mio e mi ritengo abbastanza soddisfatta, vorrei collezionare più gadget e poter togliere tutti i libri di scuola - giugno arriva presto! - in modo da non dover impilare libri su libri ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Silvia, una volta regalati/buttati/venduti/bruciati i libri del liceo arrivano quelli dell'università! xD
      Anche io aspiro a molti più gadget librosi *w*

      Elimina
  11. Wow Adele! Quanti libri! Ahah il riordinare è sempre un problema, di media io cambio ordine e disposizione almeno una volta a settimana :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha una volta a settimana? Caspita che lavoro D:

      Elimina
    2. Ogni tanto spesso (?) impazzisco..che ci voi fa? XD

      Elimina
  12. Che ordine Adele!!
    Io prego per avere più spazio invece, perchè si sta esaurendo del tutto!!!

    RispondiElimina
  13. Che carinooo *-*
    Prima li ordinavo a muzzo, da un po' li ordino in base alla CE perché li trovo subito quando me ne serve uno.
    La paccottiglia ahaha XD Io ho due coniglietti seduti su un cuore che si vogliono bene, un vasetto abbellito a mano con i fiorellini azzurri *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un buon criterio Siham u.u Beh. come paccottiglia non è poi così tanta *w*

      Elimina
  14. Ciao! Ahi, quanto è difficile tenere gli scaffali in ordine! Io tengo i libri divisi per lingue e poi per case editrici e altezza. Ma in alcuni scaffali ormai sono costretta a metterli in due file... Non so come andrà avanti, ma sogno il giorno in cui avrò una casa mia con una libreria gigantesca!! ( si può sognare, no?)

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger